Non togliete mai la scuola calcio per punizione!

Ottobre 4, 2019by redazione0
DSC_3552-1280x853.jpg

Non togliete mai la scuola calcio ad un bambino per punizione. L’allenamento è un’attività che educa ogni bambino: tenerlo a casa non è una soluzione! 

“Vai male a scuola? Allora niente scuola calcio!” Quante volte abbiamo sentito pronunciare queste parole ai genitori dei nostri piccoli calciatori. Molti pensano, infatti, che togliere la scuola calcio e l’allenamento sia un modo efficace per educare i bambini e migliorare il loro comportamento o i risultati a scuola. Ma questa “punizione” funziona davvero? L’esperienza di anni in questo settore ci ha insegnato che non è affatto così! 

L’attività sportiva rappresenta per un bambino un momento della propria giornata molto importante in cui poter liberare la propria propensione innata al gioco e alla condivisione di esperienze con i coetanei. In media il tempo richiesto a settimana da una scuola calcio oscilla tra le 2 e le 6 ore, considerando allenamenti ed ed eventuali tornei e partite durante alcuni fine settimana. Stiamo parlando di un “monte ore” che difficilmente può influire sull’andamento scolastico di una bambino!  Ma c’è anche un motivo “psicologico” per il quale togliere la scuola calcio non è affatto una punizione educativa.

Togliere la scuola calcio non educa il bambino

Se gli togliete la scuola calcio, qualsiasi bambino che ama questo sport sarà ancora più frustrato e demotivato di prima. Se è vero che per lo studio è necessario metodo ma anche concentrazione, il pensiero di non poter giocare con i compagni risulterà un peso che accompagnerà la sua mente per molto tempo durante la giornata, compreso, ovviamente,  il momento dello studio. Quando i bambini incontrano difficoltà scolastiche, il calcio, così come qualunque altro sport, non è mai un rischio o un aggravante, bensì uno strumento intelligente che i genitori hanno tra le mani per poter rendere il bambino maggiormente responsabile e consapevole dei propri mezzi. Il metodo migliore per affrontare le difficoltà scolastiche è l’organizzazione dei momenti di studio. La scuola calcio è infatti un impegno in grado di stimolare nel bambino la progressiva crescita delle proprie competenze non solo tecniche e sportive ma anche sociali e cognitive, in primis per quel che concerne la possibilità di “allenare” anche la propria capacità di concentrazione.

 

Togliete prima il tablet, il cellulare, la PlayStation o la TV. Non togliete mai lo sport!

redazione


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *