Tiro in porta: esercitazioni per allenare la conclusione

Marzo 15, 2019by redazione0
33312912_1786560404757224_6212398605702004736_n.jpg

Se non si tira in porta non si può fare goal! Appare banale ma quanto appena detto è una certezza assoluta. Possiamo allenare l’immaginabile, ma se trascuriamo il tiro in porta difficilmente riusciremo a dar seguito a qualsiasi modello di gioco. Lo scopo del calcio è fare goal e questo è possibile solo se tiro verso la porta avversaria.

Gli aspetti importanti che riguardano il tiro in porta

Nel tiro in porta sono compresi tutti gli aspetti che compongono un giocatore di calcio. Ovvero gli aspetti tecnici coordinativi, tattico strategici, atletici, mentali. Ognuno di questi aspetti ha la medesima importanza per l’efficacia di esecuzione. Non bisogna fermarsi o limitarsi alla sola cura del gesto tecnico, ossia al contatto piede – palla. Pur se importante ma non più e non meno della scelta di come:

  • calciare;
  • quale parte del piede utilizzare;
  • la scelta di tempo;
  • la coordinazione;
  • il movimento;
  • la concentrazione;
  • la potenza;
  • l’esplosività.

Metodologia di allenamento per il tiro in porta

Alla base di tutto deve esserci un metodo. Il lavoro cambia ovviamente in base alla fascia di età che ci troviamo ad allenare ma la soluzione migliore è sempre partire da situazioni in assenza di avversari per curare maggiormente l’aspetto tecnico. Per poi passare ad esercitazioni con opposizioni passiva dove alleno la scelta del “come” e “dove”. Concludere infine, con proposte del tutto situazionali cercando di creare l’effetto gara.

redazione


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *