Come scegliere la scuola calcio per i nostri bambini? - Polisportiva Locubia

gennaio 25, 2018by redazione0
Progetto-senza-titolo-24.jpg

Nell’articolo di oggi cercheremo di dare qualche risposta esaustiva ad un interrogativo che molti genitori si pongono quando i propri figli esprimono il desiderio di voler frequentare una scuola calcio.

Il calcio è uno sport che richiede tanta voglia di giocare e di divertirsi. Una passione che batte insieme al proprio cuore, un’energia che scorre nelle vene non solo nei 90 minuti di partita, ma sempre. Piace perché è un gioco semplice, un’attività libera, attuale, una magnifica avventura con le sue gioie, paure ed entusiasmo.

Ogni bambino ha la sua squadra del cuore ed il suo calciatore preferito, ed è così che già in tenera età si inizia a sognare di fare goal!

Scegliere la scuola calcio a cui affidare il proprio bambino è molto importante, ed è fondamentale cercare un ambiente sano che faccia muovere i “primi passi” nel mondo del calcio in assoluta serenità eliminando pressioni e aspettative eccessive che possono solo esasperare il comportamento di piccoli atleti che crescono.

Gli allenatori devono essere sì tecnicamente preparati ma anche, e soprattutto, bravi a far crescere i giovani armonicamente in due ambiti: sportivo e umano. L’aspetto tecnico è infatti fondamentale – come in qualsiasi disciplina – ma lo è anche l’educazione che viene impartita ai giovani: rispetto delle regole, dei compagni e degli avversari e la capacità di affrontare, metabolizzare e superare le sconfitte. È proprio verso questa direzione che opera la Locubia, con lo scopo di accompagnare i bambini, e le loro famiglie, nella propria crescita come sportivi e come uomini.

Una buona scuola calcio infatti, fa sì che il bambino si diverta e inizi a relazionarsi con gli altri in totale e assoluta serenità spronandolo a fare sempre del meglio per il proprio bene e quello degli altri.

In maniera assolutamente pacata e serena si parla al bambino per “superare” le sconfitte affinché i giovani imparino il valore educativo della sconfitta: il primo passo per poter divenire degli sportivi veri.

E’ necessario inoltre, educare con il buon esempio al rispetto e alla correttezza nei confronti delle altre persone, siano essi arbitri, allenatori, compagni o avversari.

Bisogna essere accorti e far vivere al bambino la dimensione di gioco senza creare speranze o convinzioni che potrebbero un domani essere disattese.

Se un bambino si sente un campione troppo presto bisogna stargli vicino supportandolo in ogni fase della sua crescita, facendogli capire che la strada è molto lunga e continuando a proporgli invece il concetto di gioco e di divertimento, evitando illusioni.

Occorre disapprovare i comportamenti negativi di chiunque, anche dei calciatori, idoli dei nostri piccoli atleti. E’ indispensabile invece sottolineare i comportamenti positivi fuori e in campo e ricordare sempre che per diventare dei veri professionisti è indispensabile la costanza e la disponibilità ai molti sacrifici che la vita dello sportivo richiede.

Noi di Locubia mettiamo nel nostro lavoro tutta la passione che da anni il calcio ci trasmette e che ci permette di dare sempre il massimo per la formazione dei nostri piccoli atleti che i genitori affidano nelle nostre mani e alla nostra esperienza.

redazione


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *